Balbalord, Vegetable G, Sick Rose in concerto in questo weekend

Segnaliamo qualche concerto in questo weekend: al Meltin Pop di Arona clicca qui venerdì 20 gennaio alle 22 Balbalord in concerto (folk www.balbalord.it) mentre sabato 21 gennaio in concerto i bravissimi Vegetable G www.vegetableg.it + Ignazio e i sui Cocci.
Sempre sabato 21 gennaio al Titty Twister a Villadossola, concerto dei Sick Rose (clicca qui); ad aprire la reunion dei Jackals (mod dal Vco)...seleziona i dischi Nolo.
Di seguito la Bio delle band

 

Balbalord

Formato all’inizio del 2002 da suonatori provenienti dalle più disparate esperienze il gruppo biellese di musica tradizionale BALBALORD ha collezionato ad oggi più di 500 “apparizioni” in situazioni di qualunque tipo (buskers festivals, congressi, eventi sportivi e culturali, matrimoni, rievocazioni storiche, cene e feste private, sagre paesane, presepi viventi, mercatini natalizi, ecc…) concentrandosi col passar del tempo sulle feste di “bal folk” passando gradualmente dai palcoscenici virtuali della strada e dei bar a quelli più gratificanti dei club specializzati e dei festival più prestigiosi in Italia e all’estero.

Vegetable G

Il progetto nasce come puro esperimento elettronico di Giorgio Spada che dal 2002, col nome VEGETABLE G ed insieme al chitarrista e bassista Luciano D'Arienzo, pubblica due dischi:
A PERFECT SPRING (2003) ed EPIC MONO (2005) per l'etichetta discografica Minus Habens.
Nel 2006 i "Vegetali" annunciano l'ingresso in formazione del batterista Maurizio Indolfi e un anno dopo pubblicano il loro primo disco pop-rock GENEALOGY (2007) seguito da CALVINO (2009), entrambi prodotti da Olivia Records.
Durante il tour estivo del 2010 la band si espande avvalendosi della presenza del bassista Michele Stama, fondamentale soprattutto in vista delle registrazioni, le prime con testi tutti in lingua italiana, dell'ep "La filastrocca dei nove pianeti", uscito il 26 maggio 2011 in digitale via Kiver e prodotto da ALA BIANCA, e del quinto disco "L'Almanacco Terrestre" che vede luce il 13 di settembre 2011 (label: ALA BIANCA / distr.: WARNER).
La copertina del nuovo lavoro vince il terzo premio all'International Photography Awards 2011 con lo scatto realizzato appositamente dal fotografo Giovanni Troilo.
Il 16 novembre 2011 esce il video del primo singolo "L'almanacco terrestre" per la regia Giovanni Troilo ed in esclusiva per la prestigiosa rivista Wired.it, totalizzando circa 6.000 visualizzazioni in una sola settimana.
Dal 2007 la band è in giro per l'Italia...
Tra gli eventi più importanti: DOMUS PARTY (Milano 2008), MI AMI (Milano 2008), al SIX DAYS SONIC MADNESS (Guardia Sanframondi - Benenvento 2008), al CONTROTOUR di Controradio (Bari 2008), opening THE LEMONHEADS c/o CIRCOLO DEGLI ARTISTI (Roma 2008), opening THE MORPHINE c/o NEL NOME DEL ROCK (Palestrina 2009), proprio nel decimo anno dalla scomparsa del leader Mark Sandman su quello stesso palco (1999).
Dopo un ricco bilancio di soddisfazioni e attività segue la programmazione sull'emittente QOOB.it del video di "THE COX MAN" (tratto dall'album Genealogy).
Tra le attività maggiori:
la composizione della colonna sonora per lo spot del marchio Q-OD (2006), il brano "Capsule of love" (tratto da A perfect spring) diviene una delle colonne sonore del film "Che cosa manca" (RAI Cinema/Eskimosa 2006), la composizione della colonna sonora per la mostra su Pechino, di giovani fotografi dell'Agenzia Contrasto, presso la Triennale di Milano (2007), il brano "Dreamkeeper" (tratto da Epic Mono) diviene colonna sonora dello spot di sensibilizzazione ministeriale del POGAS in onda su tutte le principali emittenti radiofoniche e tv (2007).
Un particolare curioso: la nota rivista internazionale di arti visive Fefè visual magazine segnala e riporta il logo dei Vegetable G come una delle immagini più interessanti nella "cultura" visiva presente sul web.
Un ulteriore riconoscimento dell'intenso percorso dei Vegetable G arriva con l'inserimento del brano "Arcade lovers" (Calvino 2009) nell'esclusiva compilation di PUGLIA SOUNDS, allegata al numero di novembre 2010 della rivista XL di Repubblica successivamente riproposta come tripla compilation per le maggiori fiere musicali internazionali con un nuovo brano sempre tratto dall'album Calvino dal titolo "Space forms", nel cd "Pop & beyond"...chiude "la trilogia" l'ultimissima compilation di Puglia Sounds uscita, sempre in allegato ad XL, con il numero di novembre 2011 e contenente il nuovissimo brano "L'uomo di pietra". AH! "La filastrocca dei nove pianeti" è ufficialmente tra le 100 canzoni più belle del 2011 secondo il noto portale di musica "rockit.it"!!!!

 

Sick Rose

Dopo 5 anni dall’uscita del precedente album i Sick Rose tornano sul palco del Titty Twister per presentare il loro nuovo lavoro No Need For Speed.
Il sesto album della band, pubblicato in formato CD, MP3 e LP in vinile dall’ etichetta Area Pirata, è stato prodotto ancora una volta dall’australiano Dom Mariani, e come fa intendere il titolo, i 5 musicisti torinesi si sono voluti prendere tutto il tempo necessario per rifinire al meglio ogni sua sfumatura, dalla ricerca del suono di chitarra cristallino al coro perfetto. Non a caso sono in già in molti, tra gli addetti ai lavori che hanno avuto modo di ascoltarlo, a considerare questo come l’album più maturo e riuscito della band.
Non avevano proprio nessuna fretta i Sick Rose; ci hanno messo 2 anni a partorire 11 canzoni alle quali le definizioni garage, sixties revival o power pop vanno decisamente strette. In No Need For Speed i Sick Rose sono riusciti a racchiudere tutta la musica che hanno sempre amato, riuscendo a creare un’opera che trasuda la più genuina passione per il r’n’r, quello vero.
Si presentano all’appuntamento di Villadossola con una formazione rinnovata dall’innesto nella band del nuovo batterista Alberto Fratucelli capace di rendere l’approccio live ancora più compatto e potente di prima.
Citando un famoso rockumentario: …Adesso i Sick Rose non vanno più a 10, ma hanno quel qualcosa in più che li fa andare a 11!